Est estratti secchi in tavolette

Triphala EST

Phyllanthus emblica L., Terminalia bellirica (Gaertn.) Roxb., Terminalia chebula Retz.

Frutti


60 compresse da 1000 mg confezione da 60 g

 20,40


Pratiche, efficaci, di uso flessibile e modulabile

Le tavolette della linea EST sono prodotte con estratti secchi di singole specie vegetali di alta qualità e a titolazione garantita.
Sono molto pratiche perché possono essere assunte ovunque per un rapido benessere.


Indicazioni

Terminalia bellirica e Terminalia chebula favoriscono la regolare funzionalità del transito intestinale.


Ingredienti

Triphala (Phyllanthus emblica L., Terminalia bellirica (Gaertn.) Roxb., Terminalia chebula Retz., destrina) frutti estr. secco (1:1:1) tit. al 40% in tannini 50%; Stabilizzanti: cellulosa microcristallina (gel di cellulosa), calcio carbonato; Antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi di origine vegetale, diossido di silicio.


Modo d'uso

Assumere 1 tavoletta due o tre volte al giorno.

Tenore di ingredienti caratterizzanti per dose massima giornaliera (3 tavolette)
Triphala 1500 mg, apporto di tannini 600 mg.

I dosaggi, indicati ai sensi dell’art. 6 DL 169/2004, si intendono quali valori medi.


Note

Applicazioni descritte in letteratura e usi tradizionali:
Nella medicina ayurvedica, che individua nella regolarità dei processi digestivi la chiave della salute e della longevità, Triphala è considerato un rasayana, cioè un tonico ricostituente e un ringiovanente per l’organismo nel suo complesso. La sua attività preminente è quella tonificante e protettiva dell’intero sistema digerente, a partire dalla bocca, all’esofago e allo stomaco, sino a tutto il tratto intestinale, interessando contemporaneamente gli organi collaterali, come il fegato e il pancreas. Favorisce l’equilibrio del microbiota e delle mucose del cavo orale, dello stomaco e dell’intestino. Utile per la promozione di una completa ed efficace digestione e assimilazione dei nutrienti e può essere considerato un valido rimedio per la protezione degli epiteli, delle mucose e come regolatore delle funzioni metaboliche ed energetiche.

Le applicazioni sopra riportate non presentano in alcun caso natura prescrittiva o terapeutica. Consultare sempre preventivamente il proprio medico in caso di malessere o malattia.

Possibili effetti indesiderati o interazioni
Non evidenziati. Cautelativamente controindicato in gravidanza. In ayurveda è controindicato in gravidanza e in presenza di dissenteria acuta.