Libera circolazione con Salvia cinese

La radice di Salvia cinese si riconferma un eccellente protettore dell’apparato cardiocircolatorio, anche nelle situazioni di maggior complessità, ad esempio quando – come attesta un recente studio scientifico – le pareti di arterie, vene e capillari rischiano di essere danneggiate da elevati livelli di zuccheri nel sangue. Si tratta di una scoperta particolarmente interessante, dal momento che tra i fattori di rischio cardiovascolare, l’innalzamento della glicemia costituisce una problematica sempre più diffusa, anche tra i giovani.

 

 

L’efficacia di Salvia cinese nel prevenire e contrastare alcuni disturbi cardiovascolari è nota da secoli alle medicine tradizionali: in particolare, in Cina il rimedio è impiegato fin dall’antichità per attivare la circolazione ematica e “tonificare il Sangue”, ossia promuoverne il libero fluire verso i tessuti, così da nutrirli e ossigenarli.
La scienza contemporanea ha confermato l’attività vasoprotettiva di questa pianta, dimostrando che l’estratto delle sue radici tutela la struttura e la funzionalità dei piccoli capillari e dei grandi vasi venosi e arteriosi, comprese le coronarie che irrorano il cuore. Grazie a queste proprietà, Salvia cinese concorre anche a prevenire possibili danni circolatori a livello cardiaco e cerebrale.

Jing Zhou, Long Zhang, Bin Zheng, LiHui Zhang, Yan Qin, XinHua Zhang, Zhan Yang, ZiYuan Nie, GaoShan Yang, Jing Yu, JinKun Wen. Salvia miltiorrhiza bunge exerts anti-oxidative effects through inhibiting KLF10 expression in vascular smooth muscle cells exposed to high glucose. J Ethnopharmacol. 2020 Nov 15;262:113208. doi: 10.1016/j.jep.2020.113208. Epub 2020 Jul 30


youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer
0
    0
    Carrello
    Il carrello è vuotoRitorna al negozio